Sample Article

       

Concluso a Bergamo il restauro della Fontana dei Contarini finanziato dalla Rigoni di Asiago

  • 02 Ottobre 2022
  • Attualità
  • Di Stefania Longhini

Continua il percorso dell'azienda nel recupero e valorizzazione dei Beni culturali italiani

Nuova vita per la Fontana del Contarini al centro di Piazza Vecchia, in Città Alta a Bergamo: all'inizio di agosto, sono stati rimossi i ponteggi e la copertura che la proteggeva durante le operazioni di restauro durate circa cinque mesi. L'intervento è stato eseguito dalla Lares Restauri di Venezia. A finanziarlo, invece, è stata la Rigoni di Asiago - nota azienda veneta leader nella produzione biologica di miele, confettura e creme di nocciola - che all'interno di un progetto che porta avanti dal 2015, si fa ogni anno protagonista del restauro di un monumento storico e di pregio artistico di una città italiana.

La scelta del bene avviene tramite votazione online e l'ultima sfida a colpi di clic è stata vinta da Bergamo, con i suoi quasi trecentomila voti, contro i 140 mila di Genova. "Siamo contenti che finalmente si sia conclusa la sesta tappa di questo viaggio all'insegna della valorizzazione dei Beni Culturali italiani, un progetto che ci ha dato grande visibilità e che ci ha fatto arrivare tanti segnali di apprezzamento in tutte le città in cui abbiamo operato - ha spiegato Andrea Rigoni Presidente ed Amministratore Delegato di Rigoni di Asiago. - L'arte per l'azienda è diventata un ottimo strumento di comunicazione che permette di rafforzare la brand identity, la reputazione e la responsabilità sociale d'impresa elementi cardine per fare impresa con serietà e concretezza ed offrire prodotti che rispettino la salute dei nostri clienti".

"Il restauro della Fontana del Contarini - commenta il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori - è uno dei tanti interventi che l'Amministrazione ha messo in campo in questi ultimi mesi in Città Alta per preparare al meglio il centro storico in vista dell'appuntamento 2023 con Bergamo e Brescia Capitale Italiana della Cultura. La fontana, però, è forse uno degli elementi simbolo della città vecchia e del suo restauro vorrei ringraziare Rigoni di Asiago Spa, che ci ha dato una grande mano finanziando l'intervento di conservazione della vasca e delle statue che la circondano".

In questa iniziativa la Rigoni di Asiago è da sempre affiancata da Fondaco Italia, che ha posto l'economia della bellezza come centro del proprio operato. Per la Rigoni di Asiago, Bergamo è la sesta tappa di un percorso più lungo, che, attraverso le più belle città italiane, ha recuperato alcuni capolavori del patrimonio culturale nazionale: l'atrio dei gesuiti di Palazzo Brera a Milano (2015), la statua di San Teodoro in Palazzo Ducale a Venezia (2016/17), la fontana di "Venezia sposa il mare" a Palazzo Venezia a Roma (2018), la chiesa rupestre di San Giovanni in Monterrone a Matera (2019), le lunette lato est e angolo sud del chiostro grande di Santa Maria Novella a Firenze (2020). La Fontana del Contarini venne donata alla città dal Podestà Alvise Contarini nel 1780, ma non è sempre rimasta in Piazza Vecchia. All'inizio del '900, per circa 30 anni fu smontata per far posto a una statua di Garibaldi, spostata poi in città bassa all'inizio del 1900.




RIPRODUZIONE RISERVATA
Autore

Stefania Longhini

Stefania Longhini, giornalista pubblicista (iscritta all'Ordine dei giornalisti del Veneto dal 1996). Tra i fondatori de l'Altopiano e direttore di questo quindicinale dal gennaio 2003. Ha una lunga esperienza nel campo giornalistico, grazie alla collaborazione, nel tempo, con varie testate sia della carta stampata (La Difesa del Popolo, Il Gazzettino, La Piazza dell'Altopiano, Asiago ieri oggi domani, Il Giornale di Vicenza), che radiofoniche (Radio Comunità Cristiana Altopiano, Radio Asiago, Radio Sette), che televisive (corrispondente dall'Altopiano per Tva Vicenza dal 96 al 2004).





POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
Etra

  Tutti i risultati:
Mangiare
Dormire
Comprare
Servizi