Sample Article

       

L'ultimo saluto ad Aldo Pellizzari

  • 03 Settembre 2021
  • Attualità
  • Di Redazione

In tanti per salutare il sindaco, concittadino, amico

ROTZO

Non un addio ma un "Arrivederci presso Dio" è stato l'auspicio espresso al funerale di Aldo Pellizzari, 52enne sindaco di Rotzo scomparso venerdì scorso in Toscana mentre era in ferie con la famiglia. 

A Rotzo, nonostante il cielo soleggiato, è stato un giorno pieno di tristezza, di lacrime e di senso di perdita e di vuoto per tutta la piccola comunità e non solo. Una tristezza accentuata dal lutto cittadino indetto in paese per la tragica scomparsa del primo cittadino nonché amico, fratello, compaesano,e dal mesto rintocco delle campane della chiesa di Santa Gertrude che hanno scandito il tempo fino all'inizio della liturgia funebre.

Si sono trovati in tanti, in centinaia, al campo sportivo di Rotzo dove è stato deciso di celebrare il funerale di Pellizzari. Presenti il presidente della Provincia Francesco Rucco, il presidente del Consiglio Veneto Roberto Ciambetti, gli assessori Manuela Lanzarin e Elena Donazzan, il consigliere regionale Nicola Finco, l'on. Silvia Covolo, la deputata al parlamento europeo Mara Bizzotto,  oltre ad una cinquantina di sindaci, e ai rappresentanti delle Amministrazioni altopianesi così come delle autorità militari e di varie associazioni.

Nessuno ha voluto mancare nel testimoniare l'affetto che Aldo generava con il suo carattere mite pur deciso, con le sue parole che cercavano sempre la conciliazione, con la sua inesorabile voglia di darsi da fare per Rotzo e per l'Altopiano. A celebrare la liturgia, insieme a tanti sacerdoti delle unità pastorali dell'Altopiano, il parroco di Rotzo don Pierangelo Panozzo, che tra l'altro ha portato il messaggio del vescovo di Padova mons. Claudio Cipolla.  

"Ho avuto l'onore di conoscere la sua passione per il lavoro e per la sua terra durante una la visita pastorale - ha ricordato mons. Cipolla -. Non solo io ma tutta la chiesa e comunità cristiana di Padova piangiamo la scomparsa prematura di Aldo stringendoci attorno alla sua famiglia".

Al termine delle liturgia, gli interventi dei rappresentanti delle istituzioni e degli amici  che hanno ricordato Aldo, il suo impegno per il paese, il suo buon senso e la sua onestà, come la sua simpatia e carica umana. Infine le parole cariche d'amore dei familiari: prima la sua principessa Lucrezia, poi il suo Boss Cesare e infine la sua amata Barbara.

"Ho lottato contro il mare per venire  ad abbracciarti e trascinarti a riva  e ho perso. Ho perso l'amore della mia vita - ha detto Barbara - Ci mancherai Aldo, ci mancherà il tuo amorevole sorriso, ci mancherà la tua saggezza, ci mancheranno i tuoi abbracci e i tuoi baci. Ma ce la faremo perchè il tuo amore si tramuterà in serenità. Sarai per noi la bussola". 
Il feretro è stato poi accompagnato al cimitero di Rotzo dove Aldo riposerà. G.R.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Autore

Redazione





POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

  Tutti i risultati:
Mangiare
Dormire
Comprare
Servizi