Sample Article

       

Asiago pensa all'estate

  • 06 Aprile 2021
  • Attualità
  • Di Silvana Bortoli

L'assessore Lobbia illustra le idee per l'intrattenimento turistico

Non è certo semplice pensare a programmare la stagione estiva, ma non si può nemmeno aspettare a far partire e la fase di preparazione delle manifestazioni turistiche, alla quale dunque il Comune di Asiago sta già lavorando.
"Intendiamo confermare la kermesse musicale Asiago Live - afferma l'assessore al turismo Nicola Lobbia - e in questo periodo abbiamo già avuto i primi contatti individuando quelli che potrebbero essere i protagonisti di un appuntamento musicale importante. Confermata la volontà di portare avanti il Concorso internazionale di sculture in legno all'aperto, di organizzare la Notte nera, e c'è l'intenzione di iniziare un ragionamento attorno a Made in malga. Il nostro vuole essere un atteggiamento propositivo anche in un periodo come questo che necessita comunque di costruire una proposta per il futuro, sperando ovviamente che questo virus pian pianino venga contenuto. Un gran risultato sarebbe già quello di replicare l'estate dello scorso anno, contando anche sull'implementazione della nostra attrattiva naturale: montagna e natura".

Tutta l'offerta del territorio per un turismo sostenibile, legata alla sentieristica, alla frequentazione della montagna e dell'ambiente con i vari contesti, sono attività che all'interno del progetto di comunicazione l'assessorato al Turismo e Cultura di Asiago intende sviluppare e promuovere nel periodo primaverile. Tra gli interventi previsti, la realizzazione di percorsi escursionistici legati all'astro turismo con il progetto SkyScape, la realizzazione della nuova ciclopedonale che porta all'area del Kaberlaba, la volontà di sbloccare il progetto della ciclabile collegata a Folgaria, realizzando il tratto da Asiago a Gallio.

"C'è una effervescenza attorno al mondo delle camminate ed escursioni - prosegue Lobbia - le guide hanno sempre moltissime richieste, e nel momento in cui sarà delineata l ciclabile faremo delle azioni di tabellazione, di riorganizzazione degli itinerari, e in paese si potrà respirare un'aria di frequentazione del territorio slow & green, ritrovandosi con le guide nelle piazze per poi partire in escursione a piedi o con le mountain bike. Cose che di fatto esistono già, ma che andranno maggiormente valorizzate grazie anche ai temi legati alle stesse. Con il progetto che accomuna Vaia alla Grande Guerra nella zona del Forte Interrotto verrà sviluppato un nuovo itinerario sempre a misura di famiglia, per portare le persone dall'ambito culturale legato alla grande guerra all'ambito ambientale legato a Vaia. Il percorso che toccherà il Forte Interrotto, i cimiteri del Mosciagh e i boschi devastati dalla tempesta Vaia comprende un progetto di geocaching, un modo entusiasmante di esplorare il territorio andando alla ricerca di luoghi scaricando l'apposita App".

Autore

Silvana Bortoli



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE