Sample Article

       

Multa al Museo naturalistico sprovvisto di pos, il sindaco commenta: 'Tanto clamore per una sciocchezza'

  • 17 Settembre 2022
  • Cronaca
  • Di Stefania Longhini

'Un episodio che non mette in discussione l'eccellente lavoro svolto dai volontari'

È diventata un "caso" la sanzione comminata dalla Guardia di Finanza al Museo naturalistico didattico "Patrizio Rigoni" di Asiago, multato nei giorni scorsi perché privo di pos. Non disporre del Point of sale ovvero il dispositivo che permette di accettare pagamenti con carta di credito, debito e prepagata attraverso la lettura di un chip costituisce una violazione del decreto Recovery, che ne ha reso obbligatoria la presenza in tutti gli esercizi e presso i professionisti. La multa di 30 euro verrà saldata direttamente dal sindaco asiaghese Roberto Rigoni Stern.

IL FATTO
A dei visitatori che avevano richiesto la possibilità di pagare il biglietto d'entrata al Museo di Viale Vittoria ad Asiago attraverso il Pos, era stato risposto che il pagamento dell'ingresso era possibile soltanto in contanti. Così i turisti, che si sono visti rifiutare una modalità di pagamento obbligatoria per legge, hanno chiamato la Guardia di finanza, che ha proceduto a comminare la multa prevista.

UN RITARDO NELL'INSTALLAZIONE
La mancanza che dunque avrebbe impedito la visita alle sale espositive e la partecipazione alle attività che il plesso museale organizza alle persone che non dispongono di denaro contante è stata attribuita al Comune di Asiago ma il Sindaco Roberto Rigoni Stern tiene a precisare: " C'è stato un ritardo nell'installazione non certo attribuibile a me o al Comune".

"TANTO CLAMORE PER UNA SCIOCCHEZZA"
Il primo cittadino commenta poi così tutta la vicenda: "Spiace che per una sciocchezza del genere il nostro museo didattico naturalistico ottenga tanta celebrità. Evidentemente questo fatto assume più rilevanza mediatica delle molte operazioni che la Guardia di Finanza ha svolto  egregiamente durante tutta l'estate a presidio della legalità su tutto il territorio dell'altopiano. Sta di fatto, che il ritardo nella consegna del pos, ha indispettito un utente il quale voleva far valere il suo diritto di poter pagare il biglietto di ingresso con il bancomat, motivo per cui il comune dovrà sborsare la bellezza di 30 euro di multa che provvederò io personalmente a corrispondere quando sarà notificata al Comune la sanzione, pur essendo la colpa di tale ritardo nell'installazione non certo attribuibile a me stesso.

Voglio comunque sottolineare che l'eccellente lavoro che quotidianamente viene svolto dal nostro museo e dai molti volontari che ruotano attorno all'attività di divulgazione scientifica che in esso viene svolta, non possa essere messo in discussione da questo singolare episodio che nulla ha a che vedere con quanto di bello e positivo viene compiuto al suo interno".

RIPRODUZIONE RISERVATA
Autore

Stefania Longhini

Stefania Longhini, giornalista pubblicista (iscritta all'Ordine dei giornalisti del Veneto dal 1996). Tra i fondatori de l'Altopiano e direttore di questo quindicinale dal gennaio 2003. Ha una lunga esperienza nel campo giornalistico, grazie alla collaborazione, nel tempo, con varie testate sia della carta stampata (La Difesa del Popolo, Il Gazzettino, La Piazza dell'Altopiano, Asiago ieri oggi domani, Il Giornale di Vicenza), che radiofoniche (Radio Comunità Cristiana Altopiano, Radio Asiago, Radio Sette), che televisive (corrispondente dall'Altopiano per Tva Vicenza dal 96 al 2004).





POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
Etra

  Tutti i risultati:
Mangiare
Dormire
Comprare
Servizi